anche Se di destra e di sinistra, Democratici e Repubblicani, scegliere di credere che essi sono molto diversi l’uno dall’altro, un problema che viene su di tutto lo spettro politico: l’uso di rispettabilità politica. Come è usato oggi, la politica di rispettabilità può essere definita come ” cosa succede quando ai gruppi minoritari e / o emarginati viene detto (o insegnato a se stessi) che per ricevere un trattamento migliore dal gruppo al potere, devono comportarsi meglio.

Il termine è stato coniato in Evelyn Brooks Higginbotham “Righteous Discontent: The Women’s Movement in the Black Baptist Church, 1880-1920.”Nella lotta per la parità dei diritti, alcune persone in gruppi minoritari hanno tentato di prendere le distanze dalle qualità negative che la maggioranza — la popolazione bianca — attribuiva loro stereotipicamente. Nel libro di Higginbotham, descrive come le donne nere hanno tentato di ottenere rispetto nel loro movimento costruendo scuole e programmi di assistenza sociale, in quanto questi erano considerati metodi rispettabili di resistenza.

In superficie, la politica di rispettabilità appare innocua, persino benefica. Si può sentire che ha senso comportarsi meglio se stai cercando un trattamento migliore. Ma in realtà, la politica di rispettabilità è uno strumento per mantenere oppresse le popolazioni oppresse.

Gli oppositori della politica di rispettabilità, come me, sostengono che questa pratica è problematica perché sposta la colpa e la responsabilità dal gruppo oppressivo agli oppressi. Piuttosto che spingere perché il gruppo al potere smetta di rafforzare il razzismo, il sessismo, ecc. e fare un cambiamento significativo, rispettabilità politica ci dicono che il gruppo storicamente oppressi devono polizia se stessi al fine di smettere di essere danneggiato.

Questo non è solo un altro termine di fantasia. Rispettabilità politica permeare molti aspetti della vita quotidiana. Prende forma quando si parla di vittime della brutalità della polizia. Alcune persone diranno che la vittima “se lo meritava” perché si portavano in un certo modo o parlavano agli ufficiali — cose che sono innocue, ma sono ritenute pericolose. Si può vedere quando diciamo ai giovani di non abbassarsi i pantaloni se vogliono che le persone li rispettino. L’ex presidente Barack Obama è stato criticato per aver usato la politica di rispettabilità quando ha sollevato questioni di criminalità nera in seguito al verdetto nel caso di Michael Brown.

Il problema è che non fare nessuna di queste cose — essere irrispettoso verso gli ufficiali, abbassarsi i pantaloni — in realtà non ti salverà. Abbiamo visto la polizia ferire le persone anche quando fanno tutte le cose “giuste”, come Philando Castiglia. Abbiamo visto uomini neri” rispettabili ” ancora trattati ingiustamente, come il Sen. Tim Scott, un senatore nero che ha detto di essere stato fermato dalle forze dell’ordine sette volte in un anno. Questo dimostra che non importa quante volte un gruppo oppresso punta di piedi, dice “mi scusi” e “grazie” e ottiene lauree, questi problemi saranno ancora lì. Nessuna quantità di” comportamento rispettabile ” in realtà mitiga il razzismo.

La politica della rispettabilità semplicemente non funziona e le persone devono affrontarla in modo da poter smettere di dividere le nostre comunità. Lo vedo persino praticato in questo campus ogni volta che c’è un incidente che richiede un’azione contro l’amministrazione della Binghamton University — ci sono sempre discorsi su quale sia il modo “appropriato” di agire. Il più delle volte, porta all’inazione. La politica di rispettabilità toglie la colpa agli autori dell’oppressione. Ci fa concentrarsi sulla modalità di raccontare il nostro messaggio piuttosto che il messaggio stesso. E attraverso tutto questo, ferisce le nostre comunità.

Smettiamo di tone-policing e in realtà ottenere qualcosa di fatto.
Sarah Molano è una junior doppia specializzazione in inglese e filosofia, politica e diritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.