EMU alumna Leymah Gbowee è stata una delle tre donne insignite congiuntamente del Premio Nobel per la pace 2011 nel 2011.1 Condivide il premio con la presidente liberiana Ellen Johnson Sirleaf e l’attivista per i diritti delle donne Tawakkul Karman dello Yemen.

Leymah ha ricevuto il Premio Nobel per il suo lavoro nell’organizzazione di un movimento di pace per porre fine alla seconda guerra civile liberiana. È diventata famosa in tutto il mondo per la mobilitazione delle donne.2 Vedere i video dai suoi eventi nel campus durante Homecoming e Family Weekend 2011, quando è stata nominata ” Alumna of the Year.”Mentre era nel campus, ha esortato i membri della comunità a considerare come ognuno potesse usare la sua tragedia personale per influenzare la tua comunità.”

Leymah ha parlato all’inizio dell’EMU 2014. Suo figlio, Joshua Mensah, faceva parte della classe di laurea 2014. Gbowee ha detto che ha scelto EMU per suo figlio perché voleva che andasse in un college cristiano che enfatizzasse la comunità e il peacebuilding. Vedere la copertura locale del suo indirizzo.

Gbowee ha trascorso l’anno accademico 2013-14 come Distinguished Fellow in Social Justice presso il Barnard College di New York. È fondatrice e presidente della Gbowee Peace Foundation Africa, che sostiene l’istruzione e lo sviluppo della leadership in Liberia, e co-fondatrice sia della Women Peace and Security Network Africa che dell’Ara Pacis Initiative, un’organizzazione globale di peacebuilding e riconciliazione. Lavora anche come ambasciatrice globale di Oxfam, lavorando alle campagne internazionali senza scopo di lucro contro la povertà e l’ingiustizia, e come membro del consiglio della Nobel Women’s Initiative e della PeaceJam Foundation.

Il viaggio di Leymah

Come è iniziato il lavoro di peacebuilding di Leymah

Direttore accademico del CJP Barry Hart e EMU alum e premio Nobel per la pace 2011 Leymah Gbowee I legami di Gbowee con i Mennoniti sono iniziati nel 1998, quando ha ricevuto una formazione in “trauma healing and reconciliation” a riabilitare i bambini soldato.

I primi corsi di formazione come questo in Liberia sono stati offerti da Barry Hart, un mennonita con esperienza traumatica che ora è direttore accademico del CJP, arrivato nei primi anni 1990 attraverso il Comitato Centrale Mennonita con sede negli Stati Uniti e Mennonita Mission Network.

Hart addestrò i lavoratori della chiesa luterana che poi addestrarono Gbowee. Leggi di più …

Il suo viaggio dall’essere una madre indigente e depressa di quattro figli ad essere un pacificatore assertivo è iniziato alla fine degli anni 1990 quando ha ricevuto una formazione in guarigione del trauma e riconciliazione dagli operatori della chiesa luterana in Liberia durante la guerra civile di quel paese. Questi lavoratori erano stati addestrati da Barry Hart, un lavoratore di pace mennonita in Liberia nei primi anni 1990 e ora direttore accademico del Centro per la giustizia e la costruzione della pace (CJP) dell’EMU.

Incoraggiato da stretti colleghi dell’Africa occidentale che erano stati educati al CJP, Leymah è arrivato per la prima volta al CJP nel 2004 per il suo Summer Peacebuilding Institute e tornato per la formazione in Strategie in Trauma Awareness and Resilience (STAR) nel 2005. In 2006-07, era in residenza presso EMU mentre terminava il suo master in conflict transformation.

Nel suo libro di memorie, “Mighty Be Our Powers”, Leymah attribuisce un altro liberiano, Sam Gbaydee Doe, che ha conseguito un master presso il CJP nel 1998 – insieme ai professori del CJP Hizkias Assefa, John Paul Lederach e Howard Zehr – con particolare influenza sul suo viaggio verso il peacebuilding.

Leymah ha co-fondato *Women, Peace and Security Network Africa nella primavera del 2006, con una collega alumna SPI*, Thelma Ekiyor, e una terza donna, Ecoma Alaga, che in precedenza ha lavorato per un’organizzazione fondata da due ex alunni del CJP, la West Africa Network for Peacebuilding.

Un leader di donne

È stata al centro del documentario “Prega il diavolo all’inferno”, che mostra come le donne hanno affrontato l’allora presidente liberiano Charles Taylor con una richiesta di pace per porre fine a una sanguinosa guerra civile di 14 anni.

Gbowee ha motivato le donne liberiane a bloccare le armi, protestare e pregare. Le donne in bianco, provenienti da vari gruppi etnici e religiosi, hanno seguito Taylor e i suoi rappresentanti durante i negoziati in Ghana fino a quando non hanno raggiunto un accordo di pace.3 Alla fine, Taylor si dimise dall’incarico dopo che un tribunale delle Nazioni Unite lo accusò di crimini di guerra. Si è nascosto per un po’, ma ora è sotto processo all’Aia, nei Paesi Bassi, per crimini di guerra.

Gli sforzi delle donne liberiane alla fine hanno portato all’elezione di Ellen Johnson-Sirleaf, un’altra delle tre donne insignite congiuntamente del Noble Peace Prize 2011, come prima donna capo di stato dell’Africa.4 Nel novembre 2011 Leymah è stato nominato dal presidente Sirleaf a guidare la nuova iniziativa nazionale di pace e riconciliazione della Liberia.5

Legacy è Nato

Leymah Gbowee e suo figlio Giosuè, Mensah, un 2014 UME graduate
Leymah Gbowee e suo figlio Giosuè, Mensah, un 2014 UME graduate

Quando Leymah era alla ricerca di un luogo in cui offrire il suo figlio primogenito, Giosuè, Mensah, il tipo di educazione che ha creduto, lei gli ha inviato al collegio, dove il suo buon amico e compagno di Liberiani, Sam Gbaydee Doe aveva guadagnato la sua MA nella trasformazione del conflitto e ha mandato il suo figlio maggiore, Samfee Cerva, 2011 EMU biologia laurea.

È lo stesso college in cui un altro amico e collega laureato in peacebuilding, Doreen Ruto del Kenya, ha inviato il suo figlio primogenito, Richie Bikko, un 2011 EMU laureato e atleta stella che era un peacebuilding maggiore e volontario con Habitat for Humanity.

Il figlio di Leymah, Joshua, laureato in EMU nel 2014, si unisce a Caleb Hinga, che ha seguito sua madre, Alice Warigia Hinga, nel luogo in cui stava finendo il suo MA in conflict transformation.

Più Leymah Gbowee Notizie dall’UEM

  • Premio Nobel per la Pace Leymah Gbowee a parlare al 2014 inizio
  • Gbowee Porta Bandiera Olimpica alla Cerimonia
  • Vincitore del Premio Nobel Collegato alla Pace-la Tradizione della Chiesa
  • Umiltà Collegamenti premio Nobel per la fisica e l’Allume, Che è Stato Ucciso
  • EMU Allume Vince il Premio Nobel per la Pace

Note

1. Il Premio Nobel per la pace per il 2011 NobelPrize.org: Il sito Ufficiale del Premio Nobel. 7 Ottobre 2011
2. Profilo: Leymah Gbowee-Liberia ‘guerriero della pace’ BBC World Service. 7 Ottobre 2011
3. Le donne africane guardano dentro per il cambiamento CNN (Cable News Network). 31 Ottobre 2009
4. Tre attivisti per i diritti delle donne condividono il premio Nobel per la pace CNN (Cable News Network). 7 Ottobre 2011
5. Liberiano Premio Nobel per la pace pronto a intraprendere la riconciliazione nazionale Voice of America News. 15 Novembre 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.