Oscar Devereaux Micheaux è stato un regista e autore statunitense. Anche se preceduto dalla breve durata Lincoln Motion Picture Company che ha messo fuori film più piccoli, è considerato come il primo filmmaker afro-americano, e il produttore più importante di film di razza.

Micheaux è nato vicino Metropolis, Illinois e cresciuto a Great Bend, Kansas, uno degli undici figli di ex schiavi. Da ragazzo, ha brillato le scarpe e ha lavorato come facchino sulla ferrovia. Da giovane, ha gestito con successo una fattoria nella contea di Gregory, nel Dakota del Sud, dove ha iniziato a scrivere storie. Micheaux ha superato molti degli atteggiamenti razzisti e restrizioni sugli editori e gli autori afro-americani formando la propria casa editrice per vendere i suoi libri porta a porta.

L’avvento dell’industria cinematografica lo ha incuriosito come veicolo per raccontare le sue storie. Formò la sua compagnia di produzione cinematografica e, nel 1919, divenne il primo afro-americano a fare un film.{citazione} Ha scritto, diretto e prodotto il film muto, The Homesteader, interpretato da pionieristica attrice afro-americana Evelyn Preer, basato sul suo romanzo omonimo. Ha usato elementi autobiografici in The Exile, il suo primo lungometraggio con il suono, in cui il personaggio centrale lascia Chicago per acquistare e gestire un ranch in South Dakota. Nel 1924, il suo film, Body and Soul, presentò il pubblico del cinema a Paul Robeson.

Visti i tempi, i suoi successi nell’editoria e nel cinema sono straordinari, incluso essere il primo afroamericano a produrre un film da mostrare nelle sale cinematografiche “bianche”. Nei suoi film, si allontanò dagli “stereotipi negri” ritratti nel cinema all’epoca. Nel suo film Within Our Gates, Micheaux ha attaccato il razzismo raffigurato nel film di D. W. Griffith, La nascita di una nazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.