Paul Bogle era un diacono battista giamaicano e attivista. È un eroe nazionale della Giamaica. Era un leader dei manifestanti di Morant Bay del 1865, che marciavano per la giustizia e un trattamento equo per tutte le persone in Giamaica. Dopo aver guidato la ribellione di Morant Bay, Bogle fu catturato dalle truppe governative, processato e condannato dalle autorità britanniche in base alla legge marziale e impiccato il 24 ottobre 1865 nella Morant Bay Court house.
Bogle era diventato amico del ricco proprietario terriero e compagno battista George William Gordon, un uomo bi-razziale che ha servito nell’Assemblea come uno dei due rappresentanti della parrocchia di St. Thomas-in-the-East. Gordon è stato determinante in Bogle essere nominato diacono di Stony Gut Baptist Church nel 1864. Le condizioni erano difficili per i contadini neri, a causa della discriminazione sociale, delle inondazioni e del fallimento delle colture e delle epidemie. Il pagamento richiesto delle tasse di sondaggio ha impedito alla maggior parte di loro di votare. Nell’agosto del 1865, Gordon criticò il governatore britannico, Edward John Eyre, per aver sanzionato “tutto ciò che la classe superiore faceva per l’oppressione dei negri”.
Bogle si concentrò sul miglioramento delle condizioni dei poveri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.