Alia Paavola-martedì 12 febbraio 2019stampa / Email

Seth Hartman, PharmD, serve come direttore di informatica farmacia presso l’Università di Chicago Medicina, un 811-bed academic medical center.

Nel suo ruolo, che ricopre dal 2017, il Dr. Hartman è responsabile della supervisione dei sistemi di uso dei farmaci dell’università, della guida del team di informatica della farmacia e del coordinamento dei progetti di sistemi informativi.

La recensione dell’ospedale di Becker gli ha recentemente chiesto come si sta evolvendo il ruolo dell’informatica della farmacia, quali tecnologie modelleranno l’industria e come i sistemi informatici possono essere migliorati.

Ecco cosa aveva da dire.

Nota del redattore: le risposte sono state modificate per lunghezza e chiarezza.

Domanda: Come si sta evolvendo il ruolo dell’informatica in farmacia?

Dr. Seth Hartman: Poiché l’assistenza sanitaria è passata da singole istituzioni di cura a sistemi sanitari più organizzati costituiti da rapporti di lavoro tra strutture di assistenza primaria, secondaria, terziaria e quaternaria, anche l’informatica farmaceutica è cambiata. A causa di questo cambiamento, l’informatica della farmacia è passata da concentrarsi su un singolo sito di cura a concentrarsi sul paziente in tutto il continuum di cura. Ciò ha richiesto ai professionisti focalizzati sul ricovero di apprendere modelli ambulatoriali, incorporando i flussi di lavoro del farmacista nelle cliniche e coinvolgendo i servizi di farmacia ambulatoriale nella cartella clinica completa, e viceversa per i farmacisti informatici tradizionalmente focalizzati sui flussi di lavoro ambulatoriali. Stiamo costantemente guardando i nostri sistemi e lavorando su come migliorare gli algoritmi di supporto alle decisioni o meglio integrare più fonti di dati per prevenire errori di commissione o omissione cercando di catturare l’intera storia del paziente nella CHR.

I farmacisti informatici sono ora responsabili di una maggiore ampiezza di servizi e flussi di lavoro sull’uso di farmaci che mai. Ciò ha aumentato la necessità della loro esperienza nella progettazione di sistemi, nelle decisioni strategiche di business e nella creazione di nuovi modi per coinvolgere i pazienti. Sono tenuti a operare a un livello superiore rispetto al semplice mantenimento dei registri dei farmaci e sono tenuti a comprendere le implicazioni dei progetti per il paziente attraverso i flussi di lavoro per l’intero percorso del paziente attraverso questi sistemi. Oggi, più che mai, ci affidiamo all’esperienza del farmacista informatico per aiutare a far crescere i sistemi farmaceutici all’interno dei sistemi sanitari.

D: Qual è la prossima grande cosa per l’industria informatica farmacia?

SH: A rischio di sembrare ripetitivo con i rapporti quotidiani sui progressi in questi campi, è abbastanza facile dire che l’intelligenza artificiale, blockchain, telepharmacy e digiceuticals stanno per plasmare il futuro del nostro settore. Ecco una ripartizione dei miei pensieri su questi:

  • AI: Stiamo già utilizzando algoritmi di apprendimento automatico nella pratica. È facile vedere che, in particolare con i progressi nell’apprendimento profondo in radiologia, non può essere troppo lontano che il processo di controllo dell’accuratezza della dispensazione standard del farmaco sarà gestito anche in questo modo. AI sta per apportare miglioramenti drastici sia nel modo in cui gestiamo i nostri dati con l’analisi, ma anche nel modo in cui gestiamo le nostre operazioni. Più aumentiamo la nostra automazione con l’automazione robotica dei processi aumentata con l’apprendimento automatico o altre forme di intelligenza artificiale, più saremo in grado di estendere le nostre risorse al paziente invece che solo all’interno delle mura dell’ospedale.
  • Blockchain: le farmacie indipendenti hanno lottato con le informazioni relative ai farmaci al momento della dispensazione e gli ospedali hanno lottato per ottenere record da altre organizzazioni che possono essere significativamente incorporati nei nostri ecosistemi per fornire dati rilevanti e trigger ai nostri sistemi di supporto decisionale. Spostare le informazioni sulla salute del paziente nella blockchain, consentendo ai pazienti di possedere le chiavi per fornire il transfert e l’accesso, e avere uno standard nazionale per la struttura dei dati potrebbe aiutare a risolvere i problemi di privacy, sicurezza e disponibilità in queste situazioni, tra gli altri.
  • Telepharmacy: In una forma o nell’altra, la pratica della telepharmacy è già approvata in molti stati, ma è spesso limitata da problemi di accesso e larghezza di banda. Queste barriere impediscono di essere significativo, soprattutto per i pazienti remoti che sarebbe veramente beneficio. Con i progressi nella tecnologia 5G e miglioramenti delle infrastrutture, non siamo troppo lontani dall’avere la capacità di fornire più servizi al di fuori delle nostre quattro mura che all’interno. Mi aspetto di vedere le farmacie kiosk e le soluzioni di telearmacia raccogliere nei prossimi anni, per servire meglio le comunità periferiche che non hanno accesso a questi servizi di persona.
  • Digiceuticals: Questo nuovo termine, a volte indicato come digital therapeutics, è destinato a comprendere tecnologie sanitarie digitali che possono essere utilizzate per trattare condizioni specifiche o aiutare nelle terapie farmacologiche. Diversi sistemi sanitari raccomandano già le app per la salute digitale e dispongono di marketplace in cui gli utenti possono selezionare un’app da un elenco di app approvate per usi specifici. Andando avanti, credo che saremo responsabili non solo di vagliare, ma di garantire un uso appropriato e l’incorporazione dei dati da queste strutture nel nostro CHRs. Inoltre, mi aspetto che dovremo incorporare la” prescrizione ” di queste app ai pazienti e consentire il monitoraggio del loro uso come facciamo oggi con le terapie farmacologiche.

Per scegliere una next big thing non credo sia possibile, credo che vedremo queste tecnologie, più probabile in combinazione l’uno con l’altro, portando nuovi modelli di erogazione di assistenza sanitaria per stati UNITI Come risultato, abbiamo bisogno di continuare a preparare il nostro informatica farmacista e squadre per essere in grado di garantire l’esattezza, la sicurezza e l’efficienza di questi strumenti, per garantire ottimi risultati per i nostri pazienti.

D: Come migliorare i sistemi informatici della farmacia?

SH: Ci sono così tanti sistemi informativi farmacia in uso oggi, la maggior parte dei quali operano con lo stesso principio di automatizzare il ciclo di uso del farmaco. L’introduzione delle tecnologie di cui sopra avrà sicuramente un certo impatto sul miglioramento di questi sistemi e probabilmente li cambierà drasticamente in meglio. Le aree migliori per migliorare i sistemi di farmacia con intelligenza artificiale, blockchain, telepharmacy e digiceuticals sarebbero quelle di fare quanto segue:

  • Migliorare l’usabilità dei sistemi per ridurre il carico cognitivo sul nostro clinici
  • Drasticamente migliorare la precisione dei nostri sistemi di supporto decisionale, la riduzione avviso fatica
  • Fornire più portabilità dei dati sanitari e di controllo per i nostri pazienti
  • Estendere la portata dei nostri sistemi di telemedicina/telepharmacy/digiceuticals

Se siamo in grado di concentrarsi sul miglioramento di efficienza per i nostri utenti finali, forse siamo in grado di ridurre alcuni dei burnout causato dal noioso natura della documentazione. Se diamo ai nostri pazienti l’accesso a un’app digitale con i loro farmaci, forse saremo in grado di aiutare a ridurre le visite ai nostri reparti di emergenza migliorando l’aderenza ai farmaci, e forse potremmo essere automaticamente avvisati quando stanno lottando. Se i pazienti portassero i loro dati sanitari con sé ad ogni visita in un modo che potremmo facilmente incorporare nel nostro sistema, avremmo meno errori di farmaci a causa di una mancanza di informazioni o informazioni errate. Ci sono una miriade di modi in cui queste aree potrebbero fornire grandi miglioramenti ai nostri sistemi oggi, e credo che stiamo prendendo le misure appropriate verso di loro.

Altri articoli sulla farmacia:
Migliore accesso alla farmacia ricercato per i residenti rurali del Colorado
Dopo il suo rivale, Sanofi e Regeneron tagliano il prezzo del farmaco per il colesterolo del 60%
Il capo della farmacia di Mount Carmel fuori in mezzo a uno scandalo eccessivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.