Ho scritto su vari sport negli ultimi due anni che ho scritto. Ho coperto tutta la strada fino al 1970 e anche prima. Penso che l’atleta più vecchio che abbia mai scritto su era leggenda NBA, Bill Russell, che era un rapporto libro 5 ° grado. Beh, sto per distruggere quel record mentre passiamo alla nostra prossima lezione di storia: Milo di Crotone.

Milo di Crotone è stato un lottatore olimpico negli anni 536-520 a. C.È stato sei volte campione olimpico. Sono oltre ad essere un olimpionico, Milo ha vinto anche i Giochi Pythian, Giochi Isthmian e Giochi Nemean più di una volta.

I Giochi Pythian sono stati tenuti due anni dopo i Giochi olimpici in onore di Apollo che è stata fondata nel 6 ° secolo AC. I Giochi istmici e Nemei si sono svolti negli anni off tra i Giochi Pitici e Olimpici.

Milo di Croton era leggendario come lottatore e nel mondo della forza e dell’allenamento. Da bambino, Milo voleva diventare più forte. Milo aveva un piccolo vitello e lo sollevava sulle spalle ogni giorno e andava in giro. Il pensiero dietro di esso era come il toro è cresciuto più grande e più pesante, si sarebbe abituato al peso, diventando più forte nel tempo. Lo ha fatto per quattro anni e alla fine, ha portato il toro adulto al macello e presumibilmente ha mangiato l’intero toro in un giorno. Questo è il fondamento dell’allenamento di resistenza progressivo che viene fatto oggi.

Milo il matematico

Conosciamo tutti il teorema di Pitagora: a2+b2=c2. La formula calcola l’area di un triangolo rettangolo ed è stata sviluppata da un matematico greco, Pitagora. Secondo la leggenda, Pitagora e Milo erano molto vicini. Durante una festa, il tetto cedette a causa del crollo dei pilastri. Milo di Crotone ha tenuto i tetti in alto e ha permesso a tutti di fuggire e poi si è salvato.

Milo di Crotone era anche nell’esercito. Nel 510 AC, Crotone e Sibari andarono a combattere per una disputa politica. Fu Pitagora che esortò Crotone a prendere le armi contro Sibari e il loro tiranno, Telys, andò in guerra con Crotone. E ‘ stato Milo a guidare l’attacco.

“Centomila uomini di Crotone erano di stanza con trecentomila truppe sibarite schierate contro di loro. Milo l’atleta li ha guidati e attraverso la sua tremenda forza fisica ha prima trasformato le truppe schierate contro di lui.”

Diodoro Siculo (XII, 9)

Telys aveva cittadini sibariti disertato a Crotone dopo che il tiranno ha sequestrato la proprietà dei 500 cittadini più ricchi e li ha banditi. Quando Telys vide che erano in svantaggio per Croton, chiese ai suoi cittadini di tornare, cosa che non fecero. Invece, alzarono le armi contro Telys e Sybaris e vinsero la battaglia.

Ciò che è ancora più folle è che Milo di Crotone ha condotto questa battaglia con le sue corone olimpiche, armato di una mazza e indossando la pelle di leone nella vena di Eracle. Milo ha ottenuto la pelle di quel leone cacciandolo e soffocandolo a mani nude. Inutile dire che Croton ha vinto, guidato da Milo.

Milo l’Olimpionico

Prima dei suoi successi militari selvatici, Milo di Crotone ha fatto il suo nome nelle Olimpiadi, come accennato in precedenza. 30 anni prima, ha vinto quattro partite, vincendo un grande slam di sorta noto come Periodonikēs.

Anche la forza olimpica di Crotone era leggendaria. Si dice che Milo potesse tenere un melograno in mano e poteva impedire a qualcuno di schiacciare il frutto dalla sola forza della mano.

La forza di Milo era così soffocante che avrebbe sconfitto i suoi avversari con facilità. A sette piedi di altezza e senza classi di peso come lo conosciamo oggi, Milo ha dominato i suoi avversari. Se la sua dimensione folle non fosse sufficiente, Milo avrebbe mangiato la carne di un toro crudo per intimidire i suoi avversari e bere il suo sangue per l’energia. Era un pazzo.

Nel suo ultimo incontro di wrestling, è stato finalmente superato da un giovane Croton. Il wrestler aveva un gameplan chiamato ” akrocheirismos “o” highlandedness.”Essenzialmente, ha tenuto fuori dalla portata di Milo e ha lasciato che la fatica prendesse il suo pedaggio prima di iniziare il suo attacco.

La morte di Milo di Crotone

Milo di Crotone ucciso da un leone mentre la sua mano era bloccata in un albero.

Milo è stato accolto con una morte prematura. Non indietreggiare mai da un momento a spingere se stesso, vide un albero con un taglio in esso. Voleva strappare l’albero a metà a mani nude. Mise la mano nell’albero e le sue mani si bloccarono. Mentre era bloccato lì, era circondato da lupi o da un leone, a seconda della storia che leggi. Meteo che sia il leone o branco di lupi, Milo è stato in grado di respingerli per qualche tempo prima di essere ucciso dall’animale selvatico.

Milo di Crotone è una leggenda olimpica e il fondatore di molte cose che sappiamo di allenamento della forza e wrestling oggi.

Assicurati di iscriverti a Fight Club per rimanere aggiornato sui contenuti più recenti della Libreria Fight.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.